Ah la Provincia…. la politica a variata!

(pesi voto provincia (di Marco Sandonà) Oggi, senza che probabilmente nessuno si sia accorto, si è votato per eleggere il Presidente e il Consiglio della Provincia di Vicenza. Di quell’ente che è stato “riformato”, che doveva sparire. Di cui si è provveduto al “riordino”…. e qua quaquaraquà. Il mio voto pesava 0,017. Perché Caltrano è un Comune piccolo! Ho votato per senso civico. Perché il voto è un diritto che si conserva sopratutto esercitando il proprio dovere. Ma la sensazione di trovarsi in una farsa è stata predominante. Fra qualche ora sapremo chi sarà il nuovo presidente della Provincia. Probabilmente il Sindaco di Vicenza. Del resto è coerente con il disegno di Roma di accentrare tutto, di de-strutturare la pubblica amministrazione smantellando di fatto i piccoli Comuni a favore di enti di “area vasta” dove saranno possibili maggiori efficienze ed economie di scala oltre che maggior controllo da parte dei “partiti”. Ah quanta retorica. Quanta teoria e quante parole al vento. Io non nego di esser sempre stato, e di essere tuttora, a favore della sovracomunalità intesa come sistema di gestione del territorio a livelli più ottimali rispetto al Comune, ma sono sempre stato anche a favore della trasparenza e della chiarezza. Credo che per la loro storia e per il loro ruolo i Comuni (tutti i Comuni) siano fondamentali oggi più che mai per alimentare il senso di appartenenza ad una comunità, ad un territorio, ad una Regione e ad uno Stato. Annientando i Comuni di fatto si minano i fondamenti sui quali si regge il senso della democrazia oggi. E’ chiaro che oggi mantenere un apparato amministrativo fatto anche di oltre 8.000 Comuni è diventato difficile. Ma c’è modo e modo per riformare l’Italia e farlo partendo esclusivamente da un sistematico disegno di annientamento dei Comuni è una strategia suicida per lo Stato. I cittadini (di che città poi?) non potranno mai riconoscersi in uno Stato se prima non sperimentano un senso di appartenenza ad una Città, ad un Comune appunto. Anche se questo poi dovesse avere come strumento di governo un’Unione di Comuni o qualche altro modello più strutturato. Le riforme si fanno anche razionalizzando le risorse, coinvolgendo anche gli enti locali, ma prima di tutto è lo Stato che deve essere riformato. E’ lo Stato che non funziona. Altro che i Comuni e le Province. Quel che mi chiedo poi è perché non dichiarare subito le proprie intenzioni? Per abolire i Comuni sotto i 5000 abitanti basta una norma di due righe. Basta con questa politica che svuota i Comuni, li dissangua e crea il senso dell”antipolitica”. Non si può riformare il paese partendo dall’assedio contro i Comuni colpendo prima le loro casse, le loro finanze e poi sminuendone il peso politico. E’ lo Stato che ha fallito. E questa farsa della Provincia poi! Possibile che un Sindaco di una comunità sebbene piccola possa contare 23 volte meno di un consigliere di minoranza della “signoria” di Vicenza ? Vabbé che forse la futura Provincia avrà meno poteri e meno responsabilità (ma sarà così?) e quindi alla fine “chissene..”, ma non riesco proprio a digerire questo approccio di devastazione del piccolo ente comunale. Sarebbe bello poter dire “attenderò, mi siederò sulla riva del fiume e guarderò passare il cadavere” di questa classe politica così inadeguata. Ma stiamo parlando del futuro dei nostri figli e del nostro paese e se attendiamo troppo nel fiume ci saremo anche noi.

Annunci
Pubblicato su Temi
One comment on “Ah la Provincia…. la politica a variata!
  1. giansandro bonaguro ha detto:

    Sono d’accordo con Marco Sandona vedo anch’io questi cambiamenti farsa e mi chiedo cosa porteranno e mi sento inutile. Nascono 1000 domande cosa poter fare x cambiare qualcosa ma non trovo idee almeno finché lavoravo nelle assemblee mi sbizzarrivo mi sfogavo ora non posso più neanche questo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: